Il garante della privacy specifica le regole sull’utilizzo di Sms, Mms, e-mail per i candidati dei partiti che affronteranno le prossime elezioni di aprile e maggio 2005.

Servizio aggiornamento gratuito a disposizione degli utenti registrati di Unione Consulenti.

Con un provvedimento pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 64 del 18 marzo 2005, il Garante ha fissato le regole per i candidati che affronteranno le prossime elezioni di aprile e maggio 2005.  

L’utilizzo infatti di Sms, Mms, e-mail comporta l’uso di dati personali dei cittadini. Da qui la necessità di regolare tale uso.  

E’ stato quindi specificato dal garante che tutti coloro che utilizzino per la propaganda elettorale invii di fax, e-mail , sms, mms hanno l’obbligo di dare l’informativa  ai cittadini sull’uso dei dati personali e acquisirne il consenso prima di qualsiasi comunicazione. 

Il Garante ha esentato i candidati dall’obbligo dell’informativa nell’invio dei classici santini previsti della disciplina sulla privacy. (solo nel caso utilizzino dati presi da pubblici registri conoscibili da chiunque e solo per finalità elettorali)

Altri dati personali che non si possono utilizzare senza il consenso preventivo

Specificato che le liste elettorali dei votanti precedenti non possono essere usate come fonte dati. Allo stesso modo è illecito l’uso dei dati derivanti dagli elenchi dei Comuni anche se il richiedente è un amministratore locale o il titolare di una carica elettiva ed anche i dati derivanti da associazioni no-profit riguardanti gli iscritti.

Articolo tratto dal sito ufficiale del garante della privacy

Sottocategoria  Privacy-

Per avere ulteriori informazioni vi ricordiamo che è disponibile il servizio professionale di risposta ai quesiti personali: Richiedi un parere all’esperto