Il modello è stato predisposto in due versioni grafiche, in lire di colore verde ed in euro di colore azzurro, per consentire al contribuente di compilare la dichiarazione nella valuta prescelta, le istruzioni sono invece uniche, indipendentemente dal modello utilizzato

Nel modello tutti gli importi devono essere indicati nella stessa valuta, euro o lire, corrispondente al modello prescelto ad eccezione del Quadro RX che è stato predisposto per la sola compilazione in euro per entrambe le versioni del modello; infatti dal 1° gennaio 2002 tutti i versamenti e le compensazioni devono essere effettuati esclusivamente in euro, così come i rimborsi erogati dall’Agenzia delle Entrate a partire dalla stessa data.

Si ricorda che l’obbligo di presentare la dichiarazione con l’indicazione degli importi in euro riguarda comunque i contribuenti che hanno redatto il bilancio (o il rendiconto) in euro, ovvero abbiano presentato in precedenza una dichiarazione indicando dei dati in detta valuta (circolari n. 291/E del 23 dicembre 1998 e n. 106/E del 21 dicembre 2001).

Il Mod. UNICO SP Società di persone ed equiparate, deve essere utilizzato per dichiarare i redditi prodotti nell’anno 2001, al fine di determinare la quota di reddito (o perdita) imputabile a ciascun socio o associato agli effetti delle imposte personali (Irpef o Irpeg dovute dai singoli soci).

La dichiarazione dei redditi deve essere presentata utilizzando modelli conformi a quelli approvati con provvedimento del Direttore dell’ Agenzia delle Entrate ed è composta dal frontespizio e dai quadri aggiuntivi. I quadri aggiuntivi vanno utilizzati per dichiarare le diverse tipologie di reddito prodotto nell’anno 2001 dalla società o associazione.

I proventi conseguiti in sostituzione di redditi, le indennità conseguite a titolo di risarcimento di
danni consistenti nella perdita di redditi, gli interessi moratori e gli interessi per dilazione di pa-gamento costituiscono redditi della stessa categoria di quelli sostituiti o perduti ovvero di quelli da cui derivano i crediti su cui tali interessi sono maturati. In queste ipotesi devono essere utilizzati gli stessi quadri nei quali sarebbero stati dichiarati i redditi sostituiti o quelli ai quali si riferiscono.

Se nel periodo d’imposta cui si riferisce la dichiarazione, la società dichiarante è stata interessata da una operazione di fusione, quale società incorporante o risultante dalla fusione stessa, o da una operazione di scissione, quale società beneficiaria, va compilato, rispettivamente, il Quadro RR, relativo alle operazioni di fusione o il Quadro RC, relativo alle operazioni di scissione. I soggetti che sono stati interessati da una operazione di fusione e/o di scissione devono inoltre compilare l’apposito Quadro RV concernente il prospetto di riconciliazione.

Il Modello UNICO 2002 è un modello unificato delle dichiarazioni tramite il quale è possibile presentare più dichiarazioni fiscali e, in particolare, la dichiarazione dei redditi, dell’IVA, dell’IRAP e la dichiarazione dei sostituti d’imposta ed intermediari di cui al modello 770/2002 ordinario.

Con riferimento alla dichiarazione unificata, occorre innanzitutto ricordare che i soggetti tenuti per l’anno 2001 alla presentazione della dichiarazione modello 770/2002 ordinario, hanno la facoltà e non l’obbligo di includere tale dichiarazione in quella unificata, a prescindere dal numero di soggetti cui la medesima si riferisce.

In ogni caso, solo la dichiarazione modello 770/2002 ordinario può essere compresa nella dichiarazione unificata, attesa la coincidenza del termine di presentazione, mentre non può essere mai compresa nella dichiarazione unificata la dichiarazione modello 770/2002 semplificato.
Si ricorda inoltre che, sulla base delle medesime disposizioni, sono tenuti alla presentazione
della dichiarazione in forma unificata i contribuenti che hanno un periodo di imposta coincidente con l’anno solare e che sono tenuti alla presentazione di almeno due delle seguenti dichiarazioni:

– dei redditi;
– dell’IVA;
– dell’IRAP;
– dei sostituti ed intermediari Mod. 770/2002 ordinario, se scelgono di comprenderlo nella dichiarazione unificata.

Il modello “UNICO 2002 SP – Società di persone ed equiparate” si compone di quattro modelli, così diversificati, a seconda del loro utilizzo:

– Modello per la dichiarazione dei redditi, i cui quadri sono contrassegnati dalla lettera R;
– Modello per la dichiarazione annuale IVA, i cui quadri sono contrassegnati dalla lettera V;
– Modello per la dichiarazione IRAP, i cui quadri sono contrassegnati dalla lettera I;
– Modello 770/2002 ordinario per la dichiarazione dei sostituti d’imposta e degli intermediari, i cui quadri sono contrassegnati dalla lettera S.

La compilazione del modello di dichiarazione dei redditi deve essere fatta in funzione della sequenza logica delle operazioni che il contribuente pone in essere, ossia:

– determinazione del reddito;
– determinazione delle imposte;
– versamenti, compensazioni e rimborsi.

Il sistema tributario si sta evolvendo verso una sempre maggiore attribuzione di entrate direttamente agli Enti locali pur mantenendo unitaria la gestione dei tributi; attraverso il modello UNICO SP vengono dichiarate imposte sia di pertinenza dello Stato che di altri Enti:

– le imposte sostitutive sono di esclusiva pertinenza dello Stato;
– l’IVA relativa al periodo d’imposta 2001 è ancora integralmente destinata allo Stato;
– l’IRAP è esclusivamente destinata alle Regioni con l’indicazione della ripartizione della base
imponibile per ciascuna di esse.

sottocategoria:    Unico-soc-di-persone-