Con l’approvazione del ddl stabilità, che sostituisce la legge finanziaria 2011, sono state introdotte alcune novità in materia di: ecobonus, ricerca per la lotta alla sclerosi amiotrofica, 5 per mille, telecomunicazioni. Testo della legge 13 dicembre 2010, n. 220 in vigore dal 1º gennaio 2011 pubblicato in Gazzetta ufficiale.

Servizio aggiornamento gratuito a disposizione degli utenti registrati di Unione Consulenti.

Legge finanziaria 2011, novità del ddl di stabilità

La legge di stabilità, introdotta con la legge di riforma del bilancio (art. 11 legge n.196/2009), sostituisce da quest’anno la legge finanziaria. Le principali novità:

Ecobonus del 55% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici ed abitazioni, l’agevolazione ci sarà fino al 31/12/2011, ma il beneficio sarà utilizzato su 10 anni e non più su 5.

Finanziamenti per100 milioni di euro saranno destinati alla ricerca e l’assistenza ai malati per gli interventi inerenti la sclerosi laterale amiotrofica (SLA):

Fondi del 5 per mille: stanziati 100 milioni contro i 400 dell’anno scorso.

Si attendono ben 2,4 miliardi di entrate dall’assegnazione delle frequenze per le telecomunicazioni, liberate dal passaggio dalla tv analogica a quella digitale, che dovrà esserci entro il 31 dicembre del 2012.

Università
Integrazione del Fondo di finanziamento ordinario dell’università, nella misura di 800 milioni di euro per il 2011 e di 500 milioni di euro a decorrere dal 2012.
A sostegno del sistema universitario anche l’istituzione di un credito di imposta, nel limite di spesa di 100 milioni per il 2011, in favore delle imprese che affidano attività di ricerca e sviluppo ad università o enti pubblici di ricerca, nonché l’integrazione del Fondo di intervento integrativo da ripartire fra le regioni per la concessione dei prestiti d’onore e l’erogazione delle borse di studio per un importo pari a 100 milioni.

Sicurezza
Rifinanziamento del Fondo per le missioni internazionali di pace, per un importo pari a 750 milioni di euro per il primo semestre del 2011, ed finanziamento del proseguimento degli interventi di controllo del territorio da parte delle Forze armate in funzione di contrasto alla criminalità organizzata.

Occupazione
Incremento del finanziamento del Fondo sociale per l’occupazione e formazione, al fine di assicurare la concessione per l’anno 2011 di trattamenti di cassa integrazione guadagni, di mobilità e di disoccupazione speciale, anche senza soluzione di continuità, e con riferimento a settori produttivi ed aree regionali.

Apprendistato
100 milioni destinati alle attività di formazione nell’esercizio dell’apprendistato.

Pensioni
Facoltà di prolungare l’intervento di tutela del reddito per il periodo di tempo necessario al raggiungimento della decorrenza del trattamento pensionistico, nei limiti del Fondo sociale per l’occupazione e la formazione e applicazione, nel limite di 10 mila unità, della normativa previgente in materia di decorrenza dei trattamenti pensionistici per una serie di lavoratori che maturino i requisiti per l’accesso al pensionamento a decorrere dal 1 gennaio 2011.

Lavoro
Proroga per il 2011 del regime di detassazione dei contratti di produttività, che interessa i redditi percepiti in relazione a incrementi di produttività e lavoro straordinario e comporta oneri pari a 835 milioni nel 2011 e a 263 milioni nel 2012.

Fondo nazionale per le politiche sociali
Incremento, per un importo di 200 milioni, del Fondo nazionale per le politiche sociali.

Settore agricolo
Agevolazioni in favore della piccola proprietà contadina e rideterminazione delle agevolazioni contributive per i datori di lavoro agricoli in zone svantaggiate.

Salute
In attuazione dell’impegno contratto con le regioni a garantire risorse aggiuntive, si è provveduto ad integrare il finanziamento del Servizio sanitario nazionale per un importo pari a 348 milioni, che rappresenta quota parte dell’importo complessivo di 834 milioni che dovrà essere erogato entro il 2011. Sono state inoltre introdotte misure per le regioni in disavanzo sanitario, riconducibili al cosiddetto Patto per la salute.

Promozione dell’informazione
In materia di contributi all’editoria, si segnalano le misure a favore della stampa italiana all’estero e l’incremento dei relativi stanziamenti per un importo totale di 105 milioni. Vi è anche il sostegno concesso all’emittenza televisiva locale e all’emittenza radiofonica locale e nazionale nella misura di 45 milioni di euro nel 2011.

Patto di stabilità interno
Modifica dei criteri di calcolo degli obiettivi del patto, volte ad attenuare gli effetti derivanti dall’applicazione del patto per i comuni che hanno superato nel 2008 la soglia dei 5 mila abitanti e a consentire di evitare lo scioglimento di società costituite dagli enti locali che abbiano prodotto utili di bilancio negli ultimi cinque anni, nonché a rendere più flessibili le norme in materia di assunzioni di personale. È stata, infine, corretta la tabella relativa al contributo per il conseguimento degli obiettivi di finanza pubblica da parte delle regioni a statuto speciale.

Ulteriori risorse
800 milioni vengono destinati al sostegno alle scuole non statali, della proroga del 5 per mille, del sostegno al settore editoriale, di un contributo a favore delle università statali non legalmente riconosciute, della partecipazione italiana a banche e fondi internazionali, di interventi per assicurare la gratuità dei libri di testo scolastici, della prosecuzione del rapporto di lavoro dei lavoratori impegnati in attività socialmente utili.

Testo ufficiale Legge Finanziaria 2011 pubblicato in Gazzetta Ufficiale

Articolo tratto dal sito ufficiale del Governo italiano

Sottocategoria: leggi-e-normative-

Per avere ulteriori informazioni vi ricordiamo che è disponibile il servizio professionale di risposta ai quesiti personali: Richiedi un parere all’esperto