La Circolare del Ministero delle Finanze del 29/04/2003 n. 23 chiarisce alcuni aspetti della sanatoria fiscale che riguarda in particolar modo le società di persone, le imprese familiari, le aziende coniugali e le associazioni professionali

I maggiori dettagli forniti dal Ministero riguardano la conosciuta Legge n. 289 del 27 Dicembre 2002, e pone l’attenzione in particolare sull’art.7 (definizione automatica del reddito di impresa e di lavoro autonomo), differenziando i proventi relativi al 1997 da quelli degli anni successivi. Molte sono infatti sono state le richieste pervenute al Ministero riguardanti informazioni sulla definizione delle società di persone e quella dei propri soci.

Per leggere il testo integrale della circolare:
http://www.agenziaentrate.it/documentazione/finanziaria_2003/sanatoria/circ23.pdf 

Indice della Circolare del 29/04/2003 n. 23

Oggetto: 
Legge 27 dicembre 2002, n. 289 – Sanatorie fiscali – Societa’ di persone, associazioni professionali, imprese familiari e aziende coniugali.

1 Premessa

2 Definizione automatica del reddito di impresa e di lavoro autonomo
(articolo 7)
2.1 Anno 1997
2.2 Anni successivi al 1997

3 Dichiarazione integrativa semplice (articolo 8)

4 Definizione automatica (articolo 9)
4.1 Definizione da parte delle societa’
4.2 Definizione ai sensi del comma 3 -bis
4.3 Definizione da parte del socio
4.4 Irrilevanza delle perdite di partecipazione

5 Definizione dei processi verbali di constatazione (articolo 15)

5.1 Societa’ che non definisce il verbale
5.2 Definizione dei rilievi, contenuti in un PVC elevato nei
confronti della societa’, riguardanti l’IRPEF dovuta dai soci

6 Impresa familiare (articolo 230 – bis c.c.)

sottocategoria:   Condoni-