Home » Fisco e Tasse » Rimborso IVA dei non residenti stabiliti nei paesi extra U. E.

Rimborso IVA dei non residenti stabiliti nei paesi extra U. E.

maggio 4, 2010 3:03 pm Categoria: Fisco e Tasse A+ / A-

Il modello IVA 79 sostituisce la precedente versione e dovrà essere utilizzato a decorrere dal 3 maggio 2010.

Servizio aggiornamento gratuito a disposizione degli utenti registrati di Unione Consulenti. 

L’ IVA 79, è il modello che i soggetti passivi non residenti stabiliti in Stati non appartenenti all’Unione Europea, con cui esistono accordi di reciprocità (Israele, Norvegia e Svizzera), devono utilizzare per richiedere il rimborso dell’IVA assolta nello Stato italiano sugli acquisti ed importazioni di beni mobili e servizi inerenti la loro attività.

La struttura del modello prevede la possibilità per il richiedente di indicare il numero di telefono, fax e l’indirizzo e-mail per essere contattati dall’Amministrazione finanziaria e un nuovo campo per l’indicazione dell’esistenza o meno del pro-rata ed i dati relativi al codice IBAN e BIC per il pagamento delle somme richieste a rimborso.

Altre novità riguardano la data di scadenza per la presentazione dell’istanza di rimborso al 30 settembre dell’anno solare successivo al periodo di riferimento e gli importi minimi per accedere al rimborso.

Clicca qui per scaricare il modello e le relative istruzioni

Articolo tratto da: Agenzia delle Entrate

Sottocategoria:  iva-

Per avere ulteriori informazioni vi ricordiamo che è disponibile il servizio professionale di risposta ai quesiti personali: Richiedi un parere all’esperto

Rimborso IVA dei non residenti stabiliti nei paesi extra U. E. Reviewed by on . Il modello IVA 79 sostituisce la precedente versione e dovrà essere utilizzato a decorrere dal 3 maggio 2010. Servizio aggiornamento gratuito a disposizione deg Il modello IVA 79 sostituisce la precedente versione e dovrà essere utilizzato a decorrere dal 3 maggio 2010. Servizio aggiornamento gratuito a disposizione deg Rating: 0
scroll to top