Il ricorso al Prefetto può essere presentato da un soggetto che ricevuta una multa ritiene che sia stata notificata ingiustamente. Il ricorso può, entro 60 giorni dalla contestazione del verbale, essere presentato al Prefetto del luogo in cui è stata commessa la violazione (in carta semplice).

Ricorso al Prefetto

Il ricorso è da inviare con raccomandata con ricevuta di ritorno allegando la fotocopia del verbale di contravvenzione.

In generale si hanno buone possibilità di vedere accettato il proprio ricorso se mancano alcuni elementi essenziali del verbale o se sono riportati su di esso errori comprovabili.

I principali motivi per un ricorso sono:

– trascrizione errata dei dati anagrafici del proprietario o del veicolo (targa, colore)
– mancanza o errore della norma violata
– mancanza dei dati di chi ha accertato la contravvenzione (agente)
– mancanza o errore del giorno ed ora o del luogo dell’infrazione
– notifica dopo 150 giorni dalla data di identificazione del trasgressore
– perché non e’ stato concesso al ricorrente il termine di 30 giorni per indicare il conducente
– assenza di indicazioni circa l’infrazione commessa (es. cartello di divieto di sosta)

Il ricorso per essere accettato deve essere validamente motivato dando prova di quanto sostenuto (es. un testimone o documenti comprovanti quanto scritto nel ricorso).

Il ricorso deve essere presentato al Prefetto del luogo in cui è stata commessa la violazione, e se entro 210 giorni dalla presentazione (vale il timbro postale della ricevuta di ritorno della raccomandata) non viene respinto, si considera accettato e quindi non deve essere pagata la contravvenzione. Se invece per giusta causa viene respinto si è obbligati normalmente al pagamento di una somma doppia della contravvenzione.
Se il ricorso respinto dovesse arrivare dopo i 210 giorni si ha come detto ragione, ma bisogna nuovamente presentare sempre entro 60 giorni un nuovo ricorso per ritardo della notifica (senza aspettare la cartella esattoriale, pena la non validità del ricorso)

E’ consigliabile conservare copia della lettera e di tutti i documenti relativi alla contravvenzione per eventuali richieste successive.

Sottocategoria: Multe-e-ricorsi-

Per avere ulteriori informazioni vi ricordiamo che è disponibile il servizio professionale di risposta ai quesiti personali: Richiedi un parere all’esperto