Il regime di contabilità ordinaria è obbligatorio per le società di capitali e per le imprese e le società con ricavi superiori a 360 milioni annui se hanno per oggetto la prestazione di servizi e a 1 miliardo se svolgono altre attività.
La contabilità ordinaria prevede la tenuta dei seguenti registri:

– libro giornale e libro degli inventari;
– registro dei beni ammortizzabili
– libro di magazzino
– libro paga e libro matricola
– libri sociali obbligatori
– registri delle fatture di acquisto e di vendita
– registro dei corrispettivi (se richiesto)
– registro delle merci in conto lavorazione

La contabilità semplificata è il regime normale per i piccoli imprenditori e per le società di persone. Salvo i casi di opzione per la contabilità ordinaria o di superamento dei limiti sui ricavi.
I registri obbligatori per le imprese in contabilità ordinaria sono:
– registri Iva
– libro paga e libro matricola
– registro dei beni ammortizzabili.

Sia per le imprese in contabilità ordinaria che per quelle in contabilità semplificata, il reddito è determinato per differenza tra costi e ricavi. Vi sono però casi di determinazione forfetaria del reddito per chi somministra pasti e bevande in alberghi, bar, ristoranti ed esercizi similari; e per gli intermediari e gli agenti di commercio.

Sottocategoria:  Contabilità-e-bilancio-