L’agenzia di recupero crediti e le modalità di intervento

Il servizio di recupero crediti, effettuato da un’agenzia accreditata della necessaria licenza, nella maggioranza dei casi prevede l’intervento di un esattore che interviene andando a trovare il debitore alle sede della società o al presunto suo recapito. 

Normalmente le agenzie richiedono i cosiddetti “Fondi spese”, ed effettuano un preventivo di costo sulla base di un costo fisso per istituzione della pratica (Lit. 200.000/300.000) più uno variabile (dall’8% al 12% del valore del credito). Con un sovrapprezzo normalmente si ottiene un Rapporto conclusivo per l’invio a Perdite dei crediti non riscossi che sono fiscalmente deducibili.

Il fine di portare a termine con successo e velocemente l’incarico assunto, porta l’agenzia ad avere un approccio sicuramente deciso ma talvolta non indicato per il mantenimento dei normali rapporti di lavoro con la parte debitrice.

L’intervento extra giudiziale, rappresenta sempre il primo approccio verso il debitore al fine di stabilire se questi abbia intenzione o meno di riconoscere il debito ed effettuare, di conseguenza un piano di rientro, qualora non fosse disponibile ad un pagamento immediato.

Dopo l’intervento, l’esattore redige una relazione sull’attività svolta e se è riuscito ad incassare il credito, l’agenzia emetterà fattura al cliente con la consegna del valore del credito recuperato. 

Se invece non c’è stato il recupero del credito con la fase extra giudiziale, l’agenzia effettua, prima di far sostenere ulteriori spese al cliente, una misura ed uno Stato Patrimoniale del debitore, che permette di conoscere tutte le proprietà di beni mobili ed immobili, soggetti a registrazione che risultano al nominativo del debitore.

Se tali ricerche danno come risultato dei beni o delle proprietà sulle quali poter agire, a seconda dei beni individuati, per ottenere maggiori dettagli occorre effettuare una visura ipo-catastale che servirà per la procedura di pignoramento dei beni.
Il servizio di pignoramento deve però essere necessariamente eseguito da un avvocato, che inizierà la normale procedura di esecuzione forzata del credito con tempi e costi separati da quelli dell’agenzia.

Se dalle ricerche invece risulta un debitore nullatenente o che non abbia beni sui quali poter agire, l’agenzia normalmente non procede alla fase giudiziale e richiede il pagamento della prestazione effettuata dal proprio esattore, che normalmente equivale all’anticipo di Lit. 200.000/300.00 richiesto per l’ istituzione della pratica.

Vantaggi del servizio effettuato da un’ agenzia:

conveniente per quei debitori con i quali non si deve avere più rapporti di lavoro e che hanno poco o nulla sul quale poter agire, in quanto la visita dell’ispettore al domicilio spesso convince il debitore al pagamento.

Svantaggi del servizio effettuato da un’ agenzia:

Maggiori costi per il cliente. In caso di insuccesso della fase extragiudiziale inizia la fase del recupero da parte di un avvocato con nuovi costi da sostenere.
 
Sottocategoria: crediti-nazionali-