Home » Fisco e Tasse » Premi produttività: tassazione 2017

Premi produttività: tassazione 2017

gennaio 20, 2017 8:48 am Categoria: Fisco e Tasse, Guide utili A+ / A-

Nel 2017 estensione dell’operatività della tassazione dei premi legati alla produttività con imposta sostitutiva al 10%.

Servizio aggiornamento gratuito a disposizione degli utenti registrati di Unione Consulenti.

premi

Viene ampliato l’ambito di operatività del regime fiscale agevolato dei premi legati alla produttività aziendale, mediante l’innalzamento dei limiti reddituali di accesso al medesimo.

Per il resto, viene confermata la disciplina già in vigore, delineata dalla L. 28.12.2015 n. 208 (legge di stabilità 2016) e dal DM 25.3.2016.

Agevolazione riconosciuta
L’agevolazione consiste nell’applicazione – ad opera del sostituto d’imposta, salva espressa rinuncia scritta del prestatore di lavoro – di un’imposta sostitutiva pari al 10%, in luogo dell’IRPEF e delle addizionali regionali e comunali.

Ambito soggettivo di applicazione
Sotto il profilo dei potenziali destinatari:
• resta ferma l’applicabilità del beneficio fiscale ai soli dipendenti del settore privato;
• viene innalzato da 50.000,00 a 80.000,00 euro il limite soggettivo di reddito di lavoro dipendente, riferito all’anno precedente, da non oltrepassare per fruire del regime sostitutivo nell’anno di riferimento.
Ciò comporta l’inclusione nell’ambito applicativo dell’agevolazione anche dei dipendenti qualificati, appartenenti ad una fascia retributiva medio-alta.

Ambito oggettivo di applicazione
È confermato che, per fruire dell’agevolazione, i premi devono essere erogate in esecuzione di contratti collettivi di secondo livello sottoscritti da organizzazioni dotate di uno specifico grado di rappresentatività (e soggetti a deposito telematico, unitamente alla dichiarazione di conformità alla normativa, sulla base delle indicazioni dell’Agenzia delle Entrate e del Ministero del Lavoro).
In particolare, deve trattarsi di:
• contratti collettivi territoriali o aziendali stipulati da associazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale;
• contratti collettivi aziendali stipulati dalle rappresentanze sindacali operanti in azienda (RSA), promananti dalle suddette associazioni, ovvero dalla rappresentanza sindacale unitaria (RSU).
Non si registrano novità neanche con riguardo all’individuazione delle somme agevolabili, che continuano ad essere rappresentate da:
• premi di risultato di ammontare variabile la cui corresponsione sia legata dai contratti collettivi aziendali o territoriali di cui sopra ad incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza e innovazione, verificabili e misurabili secondo i criteri previsti dai contratti stessi;
• somme erogate sotto forma di partecipazione agli utili dell’impresa (intesa quale modalità di corresponsione della retribuzione)
Dal mantenimento della più rigida impostazione data alla materia in esame dalla L. 208/2015 – incentrata sulla verifica, al termine del congruo periodo di riferimento stabilito dagli accordi, dell’effettivo conseguimento degli obiettivi di crescita perseguiti – si ricava che devono continuare a ritenersi esclusi dalla disciplina agevolativa gli emolumenti che, pur corrisposti in vista di un generico incremento di produttività, efficienza e flessibilità, non siano qualificabili come premi di risultato in senso proprio (es. somme erogate per lavoro straordinario, indennità o maggiorazioni di turno).

Importo massimo delle somme agevolabili
L’importo massimo delle somme agevolabili (da considerare al netto dei contributi previdenziali obbligatori a carico del lavoratore) aumenta:
• da 2.000,00 a 3.000,00 euro, in linea generale;
• da 2.500,00 a 4.000,00 euro, per le aziende che, con le modalità stabilite dalla contrattazione collettiva di secondo livello, coinvolgano pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del lavoro.


Articolo a cura dello studio Batini Colombo Saottini

www.studio-bcs.com

 

 

Premi produttività: tassazione 2017 Reviewed by on . Nel 2017 estensione dell'operatività della tassazione dei premi legati alla produttività con imposta sostitutiva al 10%. Servizio aggiornamento gratuito a dispo Nel 2017 estensione dell'operatività della tassazione dei premi legati alla produttività con imposta sostitutiva al 10%. Servizio aggiornamento gratuito a dispo Rating: 0
scroll to top