Le novità introdotte nel modello 730 2010 per la dichiarazione dei redditi relativi all’anno 2009.

Servizio aggiornamento gratuito a disposizione degli utenti registrati di Unione Consulenti. 

Sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate i modelli 730/2010 approvati con le relative istruzioni; tali modelli risultano comprensivi delle modifiche apportate con provvedimento del 15 gennaio 2010 per ciò che concerne i modelli per il sostituto d’imposta, per il C.A.F. e il professionista abilitato, con le relative istruzioni, nonché comprensivi dell’approvazione della bolla di consegna per il modello 730-1 da presentare da parte dei soggetti che si avvalgono dell’assistenza fiscale. Con provvedimento successivo, datato 16 Febbraio 2010, sono state apportate delle modifiche al modello 730-1/2010 ed alle relative istruzioni.

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha disposto, per decreto, un differimento dei termini per quel che riguarda la trasmissione telematica, da parte dei Centri di Assistenza Fiscale (CAF) e degli intermediari abilitati, fra i quali tra gli altri, i commercialisti, i revisori contabili ed i consulenti del lavoro, del modello 730/2010. Nel decreto si precisa il differimento della data ultima per effettuare la trasmissione telematica, dal 30 giugno al 12 luglio 2010.

Nel modello di quest’anno vi sono numerose novità, introdotte a fronte delle disposizioni adottate nel 2009, in materia di detrazioni per oneri e spese.

Tra queste possiamo senz’altro specificare le più rilevanti, quali:

– la possibilità di fruire della detrazione del 20 per cento per l’acquisto di mobili, apparecchi televisivi e computer finalizzati all’arredo di immobili ristrutturati;

– la proroga della detrazione del 20% per la sostituzione di frigoriferi e congelatori e per l’acquisto di motori ad elevata efficienza e variatori di velocità;

– la previsione di una detrazione per il personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso;

– la proroga della detrazione del 55% per le spese relative agli interventi finalizzati al risparmio energetico degli edifici esistenti e, in taluni casi, la possibilità per gli eredi o gli acquirenti di questi immobili di rideterminare il numero delle rate residue;

– la proroga della detrazione del 36% per le spese di ristrutturazione edilizia;

– la possibilità per i soggetti colpiti dall’evento sismico verificatosi in Abruzzo il 6 aprile 2009 di fruire del credito d’imposta per la riparazione, la ricostruzione o l’acquisto degli immobili danneggiati;

– la proroga della detrazione d’imposta del 19% per le spese di autoaggiornamento e formazione dei docenti;

– la proroga della detrazione d’imposta del 19% per le spese di acquisto degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale;

– la possibilità di fruire della detrazione del 19% per le spese sostenute dai genitori per la frequenza di asili nido;

– l’opportunità per i lavoratori dipendenti del settore privato che hanno percepito dal datore di lavoro compensi per incremento della produttività per cui è prevista un’imposta sostitutiva dell’Irpef, di scegliere una differente modalità di tassazione di detti compensi;

– la possibilità per i proprietari di immobili situati nella regione Abruzzo di fruire della riduzione del 30% del reddito derivante dalla locazione o comodato di detti immobili a nuclei familiari le cui abitazioni principali siano state distrutte o dichiarate inagibili in conseguenza del sisma del 6 aprile.

Modello 730/2010

Istruzioni per la compilazione del modello 730/2010

Articolo tratto dal sito dell’Agenzia delle Entrate


Sottocategoria:  730-

Per avere ulteriori informazioni vi ricordiamo che è disponibile il servizio professionale di risposta ai quesiti personali: Richiedi un parere all’esperto