Approvato in via definitiva il decreto legge 121 del 20 giugno 2002 in materia di sicurezza stradale. La legge di conversione ha modificato il testo originario eliminando le contraddizioni sulle nuove disposizioni.

Queste le principali modifiche:

Fari
Obbligo per gli automobilisti di tenere accese le luci di posizione, anabbaglianti, luci della targa in autostrada o su tangenziali e sulle strade extraurbane principali. Motocicli e ciclomotori dovranno accendere le luci di posizione e i proiettori anabbaglianti in qualsiasi condizione di marcia

Telefonino 
E’ permesso usare il telefonino in macchina oltre che col ”viva voce” anche con l’auricolare.

Tasso alcolico
Viene abbassato il limite del tasso alcolico consentito da 0,8 grammi per litro a 0,5 grammi per litro. Per chi si mette al volante ubriaco è previsto l’arresto fino ad un mese, un’ammenda e la sospensione della patente da 15 giorni a tre mesi. E se a guidare è un autista di un tir che pesa oltre 3,5 tonnellate potrebbe scattare anche la revoca della patente.

Autovelox
La polizia stradale potrà utilizzare su autostrade e extraurbane principali dei meccanismi di controllo del traffico per la misurazione a distanza della velocità. Tali dispositivi dovranno però essere segnalati precedentemente agli automobilisti. Per le strade secondarie non vi è invece l’obbligo della segnalazione preventiva.

Per la questione riguardante la contestazione immediata dell’infrazione, essa non è obbligatoria su autostrade e extraurbane principali. Per le strade secondarie, spetterà al prefetto, ed alla polizia stradale, specificare dove non e’ possibile fermare un’autovettura senza creare pericolo o senza bloccare la circolazione.

Gli accertamenti della violazione dovranno essere documentati con sistemi fotografici o video che tutelino la riservatezza personale e che consentano di accertare anche in tempi successivi le modalità di svolgimento dei fatti, i dati di immatricolazione del veicolo e il responsabile della circolazione(nel caso di ciclomotori). Nel caso di rilevazione automatica dell’infrazione senza intervento degli agenti gli strumenti dovranno essere omologati ai sensi dell’art. 45 comma 6 C.d.S e 192 e ss.

Sottocategoria: Codice-della-strada–