Con un provvedimento del 20 giugno 2002, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello “F24” per effettuare il versamento dell’Imposta comunale sugli immobili, di cui al D.Lgs n. 504/1992, così come previsto dal successivo D.Lgs n. 241/1997.

Si tratta dell’attuazione del cosiddetto pagamento con compensazione introdotto dall’art. 17 del già citato D.Lgs n. 241/1997, attuato da alcuni comuni, in base al quale è possibile effettuare il versamento del’ICI utilizzando il medesimo modello predisposto per i versamenti in favore dell’Erario e di altri Enti.

Naturalmente, la disposizione si riferisce a contribuenti titolari di partita Iva, i quali possono versare in modo unitario le imposte dovute, i contributi dovuti all’INPS e le altre somme dovute allo Stato, alle Regioni e agli enti previdenziali, con eventuale compensazione dei crediti relativo allo stesso periodo, nei confronti dei medesimi soggetti.

Questa modalità di pagamento è una semplificazione dei consueti adempimenti, poiché prevede la possibilità di versare con un unico modello, le imposte che riferiscono a località diverse e consentendo l’accesso alla compensazione.

sottocategoria:   F23-e-F24-