Home » Fisco e Tasse » Modello F24 con compensazioni 2017

Modello F24 con compensazioni 2017

maggio 9, 2017 10:24 am Categoria: Fisco e Tasse, Guide utili A+ / A-

La nuova manovra correttiva 2017 modifica in maniera significativa le modalità di presentazione del modello F24 con compensazioni.

Servizio aggiornamento gratuito a disposizione degli utenti registrati di Unione Consulenti.

F24

L’art. 3 del D.l. 50/2017 ha modificato profondamente la disciplina delle compensazioni.

Viene infatti stabilito l’obbligo di effettuare la compensazione in F24, solo tramite i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate per tutti i crediti relativi alle imposte sui redditi e alle relative addizionali, alle ritenute alla fonte, alle imposte sostitutive delle imposte sul reddito, all’IRAP e ai crediti d’imposta da indicare nel quadro RU della dichiarazione dei redditi.

Dal 24 aprile, per i titolari di partita Iva sono state quindi introdotte ulteriori restrizioni sulle modalità di presentazione del mod. F24 con compensazione.

In particolare viene previsto l’obbligo generalizzato di utilizzare i canali telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate per qualsiasi somma oggetto di compensazione, sia che si tratti di IVA, sia che si tratti di imposte sui redditi, Irap, ritenute, addizionali, imposte sostitutive e crediti d’imposta.

La modifica obbliga da subito i contribuenti a dotarsi di un’utenza telematica.

Riepiloghiamo schematicamente le modalità di presentazione del mod. F24 con compensazione per tutti i titolari di partita IVA, per qualsiasi somma oggetto di compensazione, sia che si tratti di Iva, sia che si tratti di imposte sui redditi:

– F24 con saldo positivo: Solo attraverso i canali telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate (Entratel/Fisconline).

– F24 con saldo zero: Esclusivamente attraverso i canali telematici messi a disposizione dell’Agenzia delle Entrate (Entratel/Fisconline, F24 web o F24 online), oppure attraverso l’intermediario abilitato che può trasmettere le deleghe in nome e per conto degli assistiti (F24 cumulativo o F24 addebito unico).

– F24 senza compensazioni: Obbligo di presentazione con modalità telematiche Entratel o Fisconline remote/home banking.

Pertanto, per pagare F24 che presentino delle compensazioni si potrà, alternativamente:
• utilizzare il canale Fisconline dell’Agenzia delle Entrate
• richiedere l’invio degli F24 tramite il canale Entratel riservato agli intermediari abilitati.

Infine ricordiamo che sempre l’art. 3 del D.l. 50/2017 ha abbassato da 15mila a 5mila Euro la soglia oltre la quale è necessario apporre il visto di conformità nelle dichiarazioni, per poter effettuare la compensazione.
La modifica è stata attuata sia a livello:
• dell’IVA (modificando l’art. 10 comma 7 del D.l. 78/2009);
• delle imposte sui redditi, addizionali, ritenute alla fonte, imposte sostitutive delle imposte sul reddito, e Irap (modificando l’art. 1 comma 574 della L. 147/2013).

Non occorre invece apporre il visto nel caso di richieste di compensazioni IVA trimestrali (modello TR).

Rispetto alla disciplina previgente, quindi, a livello di IVA scompare la soglia “intermedia”, da 5mila a 15mila Euro, entro la quale – ai fini della compensazione – era necessario attendere il giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione IVA.
Pertanto si avrà:
• compensazione libera entro 5.000 Euro;
• compensazione con preventiva presentazione della dichiarazione IVA munita di visto, per importi superiori a 5.000 Euro.

Articolo a cura dello studio Batini Colombo Saottini

www.studio-bcs.com

 

 

Modello F24 con compensazioni 2017 Reviewed by on . La nuova manovra correttiva 2017 modifica in maniera significativa le modalità di presentazione del modello F24 con compensazioni. Servizio aggiornamento gratui La nuova manovra correttiva 2017 modifica in maniera significativa le modalità di presentazione del modello F24 con compensazioni. Servizio aggiornamento gratui Rating: 0
scroll to top