Home » Fisco e Tasse » Legge di Bilancio 2017: iper ammortamento al 250%

Legge di Bilancio 2017: iper ammortamento al 250%

gennaio 3, 2017 6:12 pm Categoria: Fisco e Tasse, Guide utili, Imprese e Startup A+ / A-

Con la Legge di Bilancio viene confermata per il 2017 l’introduzione dell’iper ammortamento al 250% sugli investimenti per la digitalizzazione dei processi produttivi.

Servizio aggiornamento gratuito a disposizione degli utenti registrati di Unione Consulenti.

ammortamento

Con la recente approvazione della legge di Bilancio 2017 viene definitivamente introdotto, in aggiunta al super ammortamento del 140% già in vigore e riconfermato, anche il cosiddetto iper ammortamento al 250% per le imprese che faranno investimenti materiali e immateriali volti alla digitalizzazione e innovazione dei propri processi produttivi.

In concreto, per determinati beni oggetto di investimento e al solo fine di determinare il valore di ammortamento del bene, le aziende potranno calcolare un costo di acquisto maggiorato del 150% rispetto al valore effettivo, calcolando così l’ammortamento del bene in oggetto sul 250% del proprio valore d’acquisto anziché sul 100%.

Si tratta di una misura collegata al Piano Nazionale Industria 4.0 e che ha come obiettivo quello di incentivare le imprese italiane ad investire maggiormente nell’innovazione tecnologica necessaria a rispondere alle sfide competitive del mercato.

Si faccia attenzione al fatto che, con il testo definitivamente approvato dalla legge, sono state specificate le tipologie di beni strumentali il cui acquisto permetterà di accedere all’agevolazione in questione, nonché le caratteristiche specifiche di funzionamento che questi beni devono prevedere.

A titolo esemplificativo sono ammessi all’agevolazione beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati e/o è gestito tramite appositi sensori. A titolo esemplificativo:
– macchine utensili operanti con laser e altri processi a flusso di energia;
– macchine per la realizzazione di prodotti tramite trasformazioni delle materie prime;
– macchine per il confezionamento e l’imballaggio;
– robot collaborativi e sistemi multi-robot;
– gli strumenti per il carico e lo scarico;
– i dispositivi di sollevamento e manipolazione automatizzati;
– gli AGV;
– i dispositivi per la sensorizzazione, l’interconnessione e il controllo automatico dei processi;
– i sistemi di trattamento e recupero di acqua, aria e sostanze chimiche e organiche;
– i sistemi di segnalazione dell’efficienza del processo

Il solo acquisto di tali beni non è sufficiente però per accedere all’agevolazione, essi infatti devono:
– essere controllate tramite CNC (Computer Numerical Control) o PLC (Programmable Logic Controller)
– essere interconnesse ai sistemi informatici di fabbrica;
– essere integrati con il sistema logistico di fabbrica;
– possedere interfaccia uomo/macchina semplici e intuitive;
– rispondere ai più recenti standard di sicurezza, salute e igiene.

Oltre ai precedenti sono ammissibili anche i sistemi per l’assicurazione della qualità (sistemi di misura a coordinate, sistemi di monitoraggio in process, strumenti e dispositivi per l’identificazione e tracciabilità dei prodotti, ecc.) nonché i dispositivi per l’interazione uomo macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro. Per l’elenco completo dei beni e delle caratteristiche di ammissibilità si rimanda ai contenuti della Legge.

Si tenga presente che per l’acquisto di specifici software e piattaforme digitali, connessi all’acquisto dei beni strumentali di cui sopra e necessari per consentire il loro utilizzo con funzionalità aggiuntive, l’azienda potrà fornire sull’acquisto di questi ultimi di una maggiorazione del 40% sul valore di acquisto, calcolando così l’ammortamento sul bene in oggetto sul 250% del proprio valore d’acquisto anziché sul 100%.

Sono ammissibili a fruire dell’agevolazione i beni acquistati e consegnati a partire da gennaio 2017 ed entro giugno 2018, a patto che l’ordine sia perfezionato entro il 31 dicembre 2017 con un acconto almeno del 20%.

La normativa prevede, infine, che, per beneficare dell’agevolazione fiscale, le imprese siano tenute a predisporre una perizia tecnica giurata rilasciata da un perito industriale o da un ingegnere qualificato. La perizia giurata dovrà attestare che il bene in esame gode di tutte le caratteristiche richieste per poter accedere alle agevolazioni. Per i beni di costo inferiore a 500.000 euro è sufficiente una dichiarazione di atto notorio resa dal legale rappresentante.

 

 

Legge di Bilancio 2017: iper ammortamento al 250% Reviewed by on . Con la Legge di Bilancio viene confermata per il 2017 l'introduzione dell'iper ammortamento al 250% sugli investimenti per la digitalizzazione dei processi prod Con la Legge di Bilancio viene confermata per il 2017 l'introduzione dell'iper ammortamento al 250% sugli investimenti per la digitalizzazione dei processi prod Rating: 0
scroll to top