L’autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha introdotto il ROC, registro degli operatori di comunicazione, eliminando i precedenti registri esistenti, il Registro Nazionale della Stampa e il Registro delle Imprese Radiotelevisive.

Tutte le imprese che esercitano attività inerente il settore informativo, sono obbligate a presentare la propria iscrizione al nuovo registro; le formalità documentali sono state ridotte e per l’iscrizione è sufficiente l’invio all’Ufficio Registro e Assetti dell’Autorità, di appositi modelli contenenti i dati anagrafici e il dettaglio dell’attività svolta.

Le imprese che sono obbligate all’iscrizione sono elencate all’art. 1 della Delibera dell’Autorità Garante che introduce il ROC e sono le seguenti:
i soggetti che esercitano l’attività di radiodiffusione;
le imprese concessionarie di pubblicità;
le imprese di produzione e distribuzione di programmi radiotelevisivi;
le imprese editrici di giornali, periodici o riviste;
le agenzie di stampa di carattere nazionale;
i soggetti che esercitano l’editoria elettronica e digitale;
le imprese fornitrici di servizi di telecomunicazione e telematici.

L’iscrizione al ROC deve avvenire entro 60 giorni dalla data di inizio dell’attività e precisamente il termine decorre dal ricevimento della concessione, in caso di imprese esercenti attività di radiodiffusione o di fornitura di servizi di telecomunicazione e dal momento della conclusione del primo contratto relativo all’attività per cui è previsto l’obbligo di registrazione, in caso di concessionarie di pubblicità e di produttori e distributori di programmi radiotelevisivi.

Per una corretta organizzazione e gestione del registro, è previsto che le imprese iscritte devono presentare annualmente una comunicazione relativa all’aggiornamento dei dati anagrafici e dell’assetto societario.

Le imprese sono tenute alla costante comunicazione di eventuali cambiamenti dei dati relativi all’impresa e all’attività resi noti all’atto dell’iscrizione e devono trasmettere, entro giorni dalla modifica, le variazioni all’ufficio competente. Soltanto gli editori di testate non quotidiane e telematiche sono esenti da tale obbligo.

Le imprese che prima dell’istituzione del ROC erano iscritte nei precedenti registri, sono automaticamente inserite nel nuovo registro.

sottocategoria:   Avviare-un-impresa-