Il Ministero delle Attivita’ Produttive ha divulgato i nominativi delle imprese che usufruiranno delle agevolazioni previste dalla Legge 388 (8.439 progetti approvati per il bando e-commerce e 875 progetti per il bando quick-response)

Dopo tanta attesa, il Ministero delle Attivita’ Produttive ha reso noto  i nominativi delle imprese che potranno beneficiare dei finanziamenti a fondo perduto previsti dall’art. 103 della Legge 388 del 23 dicembre 2000 ( numerose le sollecitazioni fatte tramite l’IPI, l’Agenzia Governativa specializzata nel facilitare la crescita e la competitività dei sistemi produttivi).

Si invitano pertanto le imprese che hanno partecipato al bando a verificarne l’approvazione tramite gli elenchi o contattando Unione Consulenti (vedere in fondo i recapiti telefonici o tramite l’area Finanziamenti PMI) : 

– elenco imprese per le incentivazioni a favore del  Commercio Elettronico   
– elenco imprese bando per il collegamento telematico Quick-response    

Tra le indicazioni manca però la percentuale di agevolazione concessa. Il 50% di contributo a fondo perduto promesso dal Ministero sulle spese ammesse dal bando subirà quasi sicuramente una diminuzione % per l’elevato numero delle richieste pervenute al primo giorno utile di presentazione dei bandi. 

Dalle prime stime effettuate la percentuale concessa dovrebbe risultare compresa tra il 20 ed il 30% sulle spese ammesse. Tale oscillazione (in via del tutto ufficiosa) deriva dal fatto che il Ministero vorrebbe “girare” sulla 388 dei fondi non utilizzati da altri bandi.

Data termine del progetto

Entro 14 mesi dalla data del decreto di prenotazione delle risorse. I beni ed i servizi devono essere fatturati e consegnati. I pagamenti effettuati non possono essere inferiori all’80% del costo del progetto (precisando che in ogni caso i beni immateriali, servizi e consulenza, devono essere stati fatturati e pagati al 100%).

Tra i progetti da noi avviati si è sfiorato il 100% di progetti ammessi al Finanziamento, in quanto solo uno tra quelli presentati non ha ottenuto l’approvazione per delle vicissitudini societarie emerse dopo la presentazione.

Unione Consulenti, (che per prima ha fornito le indicazioni utili su come parteciparvi: vedere Bando 2003 e-commerce) mette a disposizione delle imprese l’assistenza necessaria per la fruizione di tali contributi, con particolare attenzione alla sua regolarizzazione contabile e fiscale.

sottocategoria:   Finanziamenti-

Per richiedere informazioni contattare:

Area Finance – Unione Consulenti
Tel  02 57.61.90.64
Fax 02 53.03.04.13
email info@unioneconsulenti.it

Per essere contattati utilizzare il modulo: Finanziamenti PMI