Regolano il servizio di gestione su base individuale di portafogli di investimento per conto terzi

Tipologie di contratti:
(1)
Contratto di raccolta ordini 
(2) Contratto di gestione patrimoniale 

——

Generalità

Allegati ai contratti ( completi di anagrafica civile e fiscale del cliente, intestazione dell’intermediario e regolamento completo):
-lettera di informazione e consenso (sul trattamento dei dati) (1) (2)
-documento sui rischi dell’investimento in strumenti finanziari (1) (2)
-comunicazione informativa sulle regole di comportamento dei P.F.(promotori finanziari) (1) (2)
-dichiarazioni del cliente (posizione economica e di cosapevolezza finanziaria) (1) (2)
-scelta dei regimi fiscali (1) (2)
-eventuale procura ( secondo me preferibile alla cointestazione) (1) (2)
-apertura del deposito titoli (1)
-incarico di R.O. (1)
-prospetto dei costi e delle spese (1)
-descrizione della linea di gestione scelta (2)
Il P.F. è tenuto a spiegarne i contenuti, e ad accertarsi che il cliente abbia capito.

(2) Il Contratto di gestione patrimoniale 

Si identificano :
GPM gestione patrimoniale mobiliare
GPF gestione patrimoniale in fondi

L’investitore affida una somma alla società, dopo aver scelto una “linea” strategica, generalmente pesata su componenti ( azionaria ed obbligazionaria) genericamente ed impropriamente( *) definite di rischio.
La gestione della linea, cercherà di riprodurre il benchmark o di batterlo, a seconda dell’obiettivo dichiarato.
In questo caso, l’intermediario è attivo, e non il cliente: ciò non toglie che possa intervenire con disposizioni vincolanti in qualsiasi momento.
Sono innumerevoli gli stili, le forme e le tecniche di gestione: soggettiva interpretazione di un gestore, studio ed applicazione di analisi tecnica, o di analisi fondamentale, costruzioni di maschere informatiche che indichino delle scelte secondo intervalli di volatilità prestabilita, hedge, contrarian, e molti altri ancora.
(*)impropriamente, in quanto non è vero, come spesso si cerca di accreditare, che l’obbligazione sia meno rischiosa dell’azione (Argentina docet) né che l’azione sia più volatile della obbligazione (Italmobiliare docet)

La gestione
Ad uno sguardo superficiale, potrebbe apparire simile ad un Fondo. Le differenze fondamentali sono:
– l’intestazione dei titoli , nella gestione
la possibilità di conoscere, ogni giorno, la composizione completa del portafoglio, nella gestione
– la possibilità di intervento del cliente, inesistente nel Fondo 
– la flessibilità di intervento del gestore , (un fondo small cap giapponese, anche in presenza di un mercato in caduta libera, istituzionalmente dovrà investire in small cap giapponesi, e basta; vuol dire che l’investitore dovrà preoccuparsi, se non di gestire il fondo, almeno di gestire il proprio portafoglio)
– l’assoluta trasparenza delle spese della GPM
– la semplicità e convenienza di tassazione
GPM : il gestore, entro i limiti del contratto, opererà su azioni. obbligazioni, quote di Oicr, derivati, ecc.
GPF  : il gestore, entro i limiti del contratto, opererà su quote di Oicr. 

Regime fiscale
L’intermediario sarà sostituto di imposta, versando il dovuto calcolato sulla differenza tra il patrimonio finale e quello iniziale, detratti i cespiti a tassazione separata. Le minusvalenze saranno riportate a credito per 4 anni, in costanza di contratto e di regime fiscale. Le minusvalenze da capital gain nel contratto di gestione vanno ad abbattere i redditi di capitale.s . 

Rendiconti
Elaborato trimestrale, su modello conforme alla norma ministeriale, contenente:
dettaglio movimenti liquidità con saldo
dettaglio operazioni su titoli regolate, con movimenti titoli , stacco cedole, pagamento dividendi, split ed accorpamenti azionari, stacchi di diritti, ecc
dettaglio operazioni non regolate ( relative agli ultimi 3 giorni del mese, valuta nel trimestre successivo)
dettaglio dei titoli in portafoglio
consuntivo , e somma dei dati precedenti, rapportato alla situazione iniziale del trimestre e al benchmark di riferimento
In pratica, una fotografia completa e dettagliata statica e dinamica , del portafoglio.
Probabilmente si percepisce la mia simpatia per la GPM.
Tracciato delle particolarità dei 2 contratti è dettagliato ed essenziale, ma non completo: sarebbe inutilmente noioso.
Ho cercato di tenere a freno i commenti personali, e di esprimermi con chiarezza e concisamente. 

Glossario
Hedge: operatività che utilizza regolarmente la vendita di titoli allo scoperto 
Contrarian: filosofia di investimento che opera in segno contrario a quello del trend di mercato 
Oicr: organismo di investimento collettivo del risparmio 
Benchmark: parametro oggettivo di riferimento , per la valutazione dei risultati e per l’identificazione della composizione del portafoglio

Articolo scritto da Antonio Lucenti – BCV Gestion sim spa 
Per informazioni scrivere a
lucenti@antoniolucenti.it – Tel 0258303435

sottocategoria:    Investimenti-