La legge regionale n. 1/2002 agevola le piccole e medie imprese della regione Sardegna nelle quali la compagine sociale è costituita prevalentemente da giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni che intendano realizzare nuove iniziative.

Servizio aggiornamento gratuito a disposizione degli utenti registrati di Unione Consulenti. 

LEGGE PER L’IMPRENDITORIA GIOVANILE 
LEGGE REGIONALE 2002 N. 1 (Regione Sardegna) 

Scadenza invio richieste: 31/10/2004
L’invio dei dati per ottenere una valutazione gratuita deve essere richiesta tramite il modulo allegato (da inviarsi dopo aver letto attentamente il presente articolo).

CARATTERISTICHE GENERALI

La legge regionale n. 1/2002 è sorta con l’intento di agevolare le piccole e medie imprese all’interno della regione Sardegna. nelle quali la compagine sociale è costituita prevalentemente da giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni che intendano realizzare nuove iniziative nei seguenti settori:
1. produzione dei servizi socio assistenziali;
2. produzione dei beni;
3. Produzione dei servizi diversi da quelli socio assistenziali

SOGGETTI AMMESSI:

Sono ammessi alle agevolazioni i seguenti soggetti:
Le piccole e medie imprese che hanno le seguenti forme giuridiche:
1. società cooperativa;
2. società di capitali;
3. Società di persone
4. Le predette società devono essere costituite da un minimo di tre soci dei quali almeno il 60% (intesa in numero numerico e di quote societarie) deve avere i seguenti requisiti:
5. età compresa tra i 18 e i 35 anni non compiuti;
6. residenza in Sardegna da non meno di tre anni precedenti la data di costituzione della società;
7. Stato di disoccupazione o inoccupazione
8. In caso di disoccupati di lunga durata il limite può essere elevato a 40 anni 
La rappresentanza dei soci giovani nei consigli direttivi non può essere inferiore al 60% dei componenti dell’organo amministrativo; devono, inoltre, essere nominati tra i soci giovani il Presidente e l’Amministratore delegato.
Tali società , per poter essere ammessi al contributo, devono avere i seguenti requisiti oggettivi:
1. devono essere costituite, al momento della presentazione della domanda, da non più di 5 anni.
2. Prima della presentazione della domanda non abbiano operato in nessun settore;
3. abbiano la sede operativa nel territorio della Regione Sardegna.

INVESTIMENTO MASSIMO PREVISTO:

i programmi di investimento non possono essere superiori ai seguenti importi:
produzione dei servizi socio assistenziali: € 1.250.000,00
produzione dei beni: € 1.000.000,00
Produzione dei servizi diversi da quelli socio assistenziali: € 350.000,00

CONTRIBUTO CONCESSO:

i contributi vengono concessi secondo le seguenti forme:
1. Contributi in c/capitale (a fondo perduto) per , circa, il 40% del contributo concesso;
2. Contributi in c/ interessi per la rimanente parte del contributo concesso;
3. contributi per le spese di gestione;
4. La società richiedente il contributo deve disporre di mezzi propri in misura non inferiore al 25% del totale dell’investimento complessivo. (es: su 1.000.000 euro di totale investimenti, almeno 250.000 euro devono essere a disposizione del titolare o della società su c.to corrente o tramite fido)


SPESE AMMISSIBILI E CONDIZIONI DI AMMISSIBILITA’

SPESE AMMISSIBILI LIMITI E CONDIZIONI DI
  AMMISSIBILITA’
Lo studio di fattibilità tecnico-economico- Le spese relative sono ammesse nei limiti del
finanziaria dell’iniziativa, il piano di impresa 2% dell’importo delle spese ammissibili e, in
comprensivo dell’analisi di mercato e, ove ogni caso, in misura non superiore ad Euro
necessario, degli studi per la valutazione 15.000,00.
dell’impatto ambientale;  
Gli oneri relativi alle progettazioni Le spese relative sono ammesse nei limiti del
ingegneristiche delle opere edili e dei relativi 5% dell’importo relativo alle opere edili ed
impianti ausiliari e di servizio, al piano di agli impianti ausiliari e di servizio.
sicurezza di cantiere e alla direzione lavori;  
  Nel settore della produzione di servizi non
  possono eccedere il 75% dell’importo delle
  spese complessivamente ammissibili
Gli oneri di rilascio delle concessioni edilizie, Nel settore della produzione di servizi le
i collaudi di legge, le prestazioni di terzi spese relative non possono eccedere il 75%
necessarie all’ottenimento delle certificazioni dell’importo delle spese complessivamente
di qualità ambientali; ammissibili
L’acquisto del suolo, l’acquisto del diritto di Nel settore della produzione di servizi le
superficie e l’acquisto dei fabbricati necessari spese relative non possono eccedere il 75%
per lo svolgimento dell’attività oggetto del dell’importo delle spese complessivamente
programma di investimento, incluse le ammissibili
relative spese notarili;  
  Sono ammissibili gli acquisti di terreni e
  fabbricati dismessi da imprese cessate non
  meno di cinque anni prima della
  presentazione della domanda. E’, altresì
  applicabile l’art. 10 della L.R. n. 37 del
  24.12.1998.
Le opere murarie e assimilate; Nel settore della produzione di servizi non
  possono eccedere il 75% dell’importo delle
  spese complessivamente ammissibili
Gli impianti ausiliari e di servizio; Nel settore della produzione di servizi le
  spese relative non possono eccedere il 75%
  dell’importo delle spese complessivamente
  ammissibili
Le infrastrutture specifiche aziendali;  
I macchinari, gli impianti, le attrezzature  
esclusivamente se nuovi di fabbrica, compresi  
gli oneri accessori;  
1 mezzi mobili e gli automezzi strettamente  
necessari allo svolgimento delle attività di  
impresa, esclusivamente se nuovi di fabbrica  
e con esclusione di quelli di rappresentanza,  
compresi gli oneri accessori;  
I programmi informatici;  
I brevetti concernenti nuove tecnologie di  
prodotti e processi produttivi;  
Le spese finalizzate all’introduzione di  
sistemi di qualità e quelle relative all’adesione  
al sistema internazionale di certificazione  
ambientale secondo standard e metodologie  
riconosciute (ISO) limitatamente alla quota  
parte riconducibile alla struttura interessata  
I dal programma  


CONTRIBUTI PER LE SPESE DI GESTIONE:

i contributi per le spese di gestione sono erogati per le spese sostenute nei primi due anni di attività della società per i seguenti costi:
1. Trasporti e magazzinaggi esterni alla Sardegna
2. Trasporti interni alla Sardegna
3. Acquisto o produzione di energia, per approviggionamento idrico e depurazione acque reflue, per smaltimento rifiuti industriali;
4. Acquisto di materie prime;
5. Costi bancari e finanziari esclusi quelli relativi al finanziamento agevolato

CRITERI DI AMMISSIONE AL CONTRIBUTO:

l’ammissione al contributo dei diversi progetti presentati avviene sulla base di una graduatoria formata dai seguenti indici:
1. Rapporto tra il numero delle unità occupazionali attivate dal programma e l’ammontare dell’investimento complessivo;
2. rapporto tra le quote di partecipazione possedute da soci giovani e Il capitale sociale sottoscritto;
3. rapporto tra l’entità dell’investimento complessivo ammesso e il massimale applicabile è previsto inoltre un ulteriore indice di premialità che si applica a parità di punteggio tra diverse domande il criterio di premialità è dato dal seguente indice:
rapporto tra numero di soci emigrati e Numero complessivo dei soci

MODALITA’ DI EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO:

L’erogazione del contributo avviene nei seguenti modi:
Il 50% del contributo viene erogato al momento dell’emanazione del provvedimento di concessione dello stesso a condizione che l’imprenditore firmi una polizza fideiussoria irrevocabile ed escutibile a prima richiesta di importo pari alla somma da erogare;
Il 30% del contributo previo accertamento dell’esecuzione della metà del programma di investimenti a condizione che l’imprenditore firmi una polizza fideiussoria irrevocabile ed escutibile a prima richiesta di importo pari alla somma da erogare;
Il rimanente 20% del contributo a seguito di verifica finale da parte degli enti istruttori e del completamento dell’investimento.

Articolo a cura dello Studio del Dott. Giovanni Rozzo 

Sottocategoria  Finanziamenti-

L’invio dei dati per ottenere una valutazione gratuita deve essere richiesta tramite il modulo allegato (da inviarsi dopo aver letto attentamente il presente articolo)