Obiettivo dei Finanziamenti della Regione Lombardia è sostenere le nuove attività imprenditoriali e di lavoro autonomo, nella forma di aiuti diretti agli investimenti direttamente riconducibili allo start-up. Il contributo, in conto capitale è a fondo perduto pari al 50% degli investimenti ammessi, al netto di IVA, fino ad un massimo di euro 25.000.

Se si desidera ricevere informazioni ed essere supportati da Unione Consulenti nella stesura del progetto compilare il modulo Finanziamenti regionali

Obiettivo della Misura
I contributi disposti dal presente bando sono concessi in applicazione del Regolamento della Commissione n. 69/2001, relativo all’applicazione degli art. 87 e 88 del trattato CE agli aiuti d’importanza minore (“de minimis”), pubblicati in GUCE n. L.10 del 13/01/2001.

Scadenza invio dati di progetto
La scadenza di invio dati per la valutazione del progetto e la successiva presentazione è fissata al 15/09/2004.

Destinatari
Il presente bando è rivolto a Nuove Imprese e lavoratori autonomi aventi, alla data di pubblicazione dello stesso sul BURL, i seguenti requisiti:Nuova Impresa· di essere iscritta al Registro delle Imprese, a partire dall’01/01/2002 e fino alla data di pubblicazione del presente Bando sul BURL;· di avere sede operativa in Lombardia;· di essere piccola impresa;· di essere in regola con il de minimis2;· di avere una delle seguenti forme giuridiche:· impresa individuale;· società di persone;· società di capitali;· società cooperativa.Lavoratore autonomo· di aver richiesto l’Avvio Attività presso l’Ufficio delle Entrate (attribuzione della partita IVA) a partire dall’01/01/2002 e fino alla data di pubblicazione del presente Bando sul BURL;· di avere sede operativa in Lombardia.Sono escluse le imprese, che sulla base della normativa comunitaria vigente, siano operanti in uno dei seguenti settori:· della produzione, della trasformazione della commercializzazione dei prodotti agricoli e della pesca, di cui all’allegato 1 del Trattato che istituisce la Comunità Europea;· dell’industria siderurgica, carbonifera e delle costruzioni navali, delle fibre sintetiche;· dell’industria automobilistica e dei trasporti.

Iniziative ammissibili
Le tipologie di intervento ammissibili per il presente bando sono:· avvio di nuove attività (programmi di investimento proposti da nuove imprese e lavoratori autonomi).· progetti innovativi (programmi di investimento per l’innovazione di prodotto, di mercato, di processo, anche finalizzati all’ampliamento e all’ammodernamento dell’attività esercitata).

Spese ammissibili
Il contributo concesso è destinato esclusivamente a copertura delle seguenti spese:1. acquisto di beni strumentali ed arredi necessari all’attività;2. acquisto di software;3. ristrutturazione di immobili:· progettazione e direzione lavori;· opere murarie ( il materiale e la posa in opera);· impianti;Il costo della ristrutturazione non potrà superare il 10% del totale dei costi previsti ed ammessi.4. avvio di attività in franchising (fee d’ingresso), tali costi non potranno superare il 30% del totale dei costi previsti ed ammessi ai punti ;5. spese notarili;6. spese per il piano di comunicazione;7. acquisto di attività preesistenti ;
I beni devono essere tutti di nuova fabbricazione esclusi quelli rientranti nell’acquisto di attività preesistenti.Nel programma di investimento possono rientrare le spese fatturate a partire dal 01/01/2004.

Criteri di valutazione
La posizione di ciascuna domanda nella graduatoria è determinata in relazione al punteggio complessivo calcolato sulla base dei seguenti criteri di valutazione:

Criteri di valutazione

Punteggio attribuibile

Esperienza pregressa del titolare e dei soci (curricula professionali)

0-10

Rapporto tra il numero degli occupati1 complessivi attivati dal programma e investimento complessivamente ammesso

0 -10

Rapporto tra il numero degli occupati appartenenti alle fasce deboli attivati dal programma e investimento complessivo ammesso

0-10

Rapporto tra nuovi investimenti e investimenti totali

0-15

Innovazione di prodotto, di processo e di mercato

0-15

Utilizzo di nuove tecnologie

0-20

Totale

0-80

Maggiorazioni

 

Prevalente partecipazione di soggetti appartenenti alla fasce deboli

0 -8

Prevalente partecipazione femminile

0- 7

Iniziative di recupero/valorizzazione urbanistica e/o ambientale

0- 5

Totale

0- 20

Il Nucleo di Valutazione dell’O.I. provvederà collegialmente alla verifica delle procedure, del sistema di valutazione, alla validazione della graduatoria dei progetti e all’eventuale riesame delle domande.Il Comitato di Pilotaggio dell’ O.I. provvederà all’approvazione della graduatoria definitiva.Al termine dell’istruttoria il progetto potrà risultare:· ammesso (se il progetto ha superato positivamente la fase di valutazione superando la soglia minima di punteggio – pari a 30 punti);· ammesso e agevolato (se il progetto, trovandosi nella situazione precedente, sia soddisfatto dai fondi disponibili);· non ammesso (se il progetto non ha superato l’istruttoria di verifica dei requisiti di ammissibilità formali).

Contributi
L’intervento permetterà all’imprenditore e lavoratore autonomo di usufruire di un contributo, in conto capitale, a fondo perduto pari al 50% degli investimenti ammessi, al netto di IVA, fino ad un massimo di euro 25.000.Per progetti che prevedano investimenti ammessi superiori a euro 50.000,00, il contributo a fondo perduto non potrà superare, comunque, il tetto massimo di euro 25.000,00.L’investimento complessivo ammesso dovrà risultare non inferiore a euro 10.000,00 al netto dell’IVA, pertanto il contributo minimo erogabile è di euro 5.000,00.

Articolo a cura dello Studio Biagi di Modena 
www.studiobiagi.it – email info@studiobiagi.it

Sottocategoria Finanziamenti-

Se si desidera ricevere informazioni ed essere supportati da Unione Consulenti nella stesura del progetto compilare il modulo Finanziamenti regionali.