La Regione Calabria ha pubblicato il bando di gara per l’erogazione di incentivi, in regime di “de minimis”, a soggetti privati per la valorizzazione e lo sviluppo delle attività economiche non agricole.

Se si desidera ricevere informazioni ed essere supportati da Unione Consulenti nella stesura del progetto compilare il modulo Finanziamenti regionali

In riferimento al Decreto n. 6264 del 14 maggio 2004 – Dipartimento Ambiente – Progetto Integrato Strategico (P.I.S.) – Rete Ecologica Regionale – Misura 1.10 – Azione 1.10 B – Approvazione, sul BUR Calabria del 3-6-2004 Supplemento straordinario n. 1 al B. U. della Regione Calabria -Parti I e II – n. 10 dell’1 giugno 2004

FINALITA’: 
mantenere e tutelare il valore storico culturale delle produzioni artigiane; – creare nuove opportunità occupazionali; – recuperare il patrimonio edilizio esistente.

DESTINATARI: 
Soggetti privati (imprese, loro consorzi e cooperative; operatori turistici; associazioni) localizzati nei territori comunali della Rete Ecologica Regionale 

TIPOLOGIA DI INIZIATIVE: 
Recupero e valorizzazione delle botteghe dell’artigianato artistico e tradizionale, e più specificamente operanti nel settore del leggo, della ceramica, dell’oreficeria, del ferro battuto e del rame, della pietra e del marmo, del vetro, della tessitura e del ricamo, dell’abbigliamento, presenti nei centri storici.
Le iniziative ammesse a finanziamento dovranno essere avviate entro 60 giorni dalla data di ricevimento dell’avviso di notifica del provvedimento di concessione del contributo; completate e rendicontate entro i successivi 24 mesi.

CONTRIBUTI: 
L’aiuto è determinato nella misura massima del 60% della spesa riconosciuta ammissibili ed è erogato, in regime di “de minimis”, sotto forma di sovvenzione (contributo in conto capitale).
Max concedibile: € 100.000,00 in 3 anni.

SCADENZA:
entro le ore 12 del giorno 02/08/04

Articolo a cura dello Studio del Dott. Antonio Russo 
email russa@tiscalinet.it

Sottocategoria Finanziamenti-

Se si desidera ricevere informazioni ed essere supportati da Unione Consulenti nella stesura del progetto compilare il modulo Finanziamenti regionali.