Con la Circolare n. 39/E l’Agenzia delle Entrate ha affrontato alcuni dubbi sulle deduzioni e detrazioni Irpef

Servizio aggiornamento gratuito a disposizione degli utenti registrati di Unione Consulenti. 

Una serie di dubbi emersi dai Caf durante le compilazioni delle dichiarazioni dei redditi, hanno trovato una puntuale risposta tramite la Circolare n. 39/E del 1° luglio da parte dell’Agenzia delle Entrate. Tra i vari argomenti trattati dalla Circolare dell’Amministrazione finanziaria si ricordano in particolare

Mutui che si sommano
In alcuni casi il contribuente si trova a pagare più di un mutuo, la Circolare ha chiarito che in ogni caso il limite complessivo della detrazione non può superare i 4.000 euro.

I costi per la laurea estera non sono detraibili
I contributi pagati all’università pubblica per il riconoscimento della laurea conseguita all’estero non sono detraibili in quanto non rientrano nella fattispecie prevista dall’articolo 15, comma 1, lettera e), del Tuir. Secondo tale previsione di legge sono detraibili dall’imposta lorda per un ammontare del 19% le spese per frequenza di corsi di istruzione secondaria e universitaria.

Detrazione spese fisioterapista
Ribadendo quanto già espresso nella Circolare 17/2006, l’amministrazione finanziaria ha confermato che è consentita la detraibilità delle spese relative alle prestazioni di tipo riabilitativo, es. fisioterapisti, podologhi, logopedisti, ecc.), solo se si tratti di operatori abilitati a svolgere la professione sanitaria e solo se questi interventi siano stati prescritti da un medico.

Bonus 55% riqualifica energetica per ricostruzione immobile
La detrazione del 55% che spetta per gli interventi di riqualificazione energetica, spetta anche in caso di demolizione e ricostruzione di un edificio, a patto che tale ricostruzione sia fedele alle caratteristiche dell’edificio demolito. Se insieme alla ricostruzione vi fosse anche un ampliamento dell’edificio rispetto alla volumetria originale non si può usufruire della detrazione in quanto si ricade nel caso di nuovo edificio Se la ristrutturazione non comporta una demolizione ma solo un ampliamento dell’abitazione, la detrazione spetta soltanto per le spese riferibili alla parte esistente.

Dr. Elio Truzzolillo
 

Sottocategoria:  deduzioni-e-detrazioni-

Per avere ulteriori informazioni vi ricordiamo che è disponibile il servizio professionale di risposta ai quesiti personali: Richiedi un parere all’esperto