Take Profit 
Livello di prezzo che definisce il profitto minimo che si desidera avere nel momento in cui si assume una posizione nel mercato 

Takeover 
Operazione con cui una società mira ad ottenere il controllo di un’altra tramite il rastrellamento di azioni sul mercato 

Target price 
Obiettivo prefissato relativo al prezzo di vendita di un titolo formulato da analisti finanziari 

Tasso d’inflazione 
Indice di aumento/diminuzione generalizzato dei prezzi ossia conseguente diminuzione/aumento del potere d’acquisto dell’unità monetaria 

Tendenza 
Direzione del mercato 

Terzo mercato 
Mercato finanziario privato che affianca il mercato di borsa e quello ristretto, i cui prodotti non ancora quotati nel mercato ufficiale vengono scambiati senza offrire garanzie 

Testa e spalle 
Figura tecnica di inversione caratterizzata dalla presenza, sul grafico, di tre picchi successivi di cui il secondo più esteso degli altri due. Può rappresentare la fine di una fase di tendenza rialzista/ribassista se confermata dalla rottura della neckline 

Tetha 
Anche detto time decay , misura proprio la “velocità” con cui un warrant perde valore al passare del tempo, ferme restando tutte le altre variabili 

Tetha 
Anche detto time decay , misura proprio la “velocità” con cui un warrant perde valore al passare del tempo, ferme restando tutte le altre variabili 

Tick 
la minima variazione di prezzo che uno strumento derivato o un titolo a reddito fisso può presentare 

Time value 
Differenza tra il premio dell’opzione ed il suo valore intrinseco, tenuto conto del periodo di tempo che intercorre prima della scdenza del contratto. Il valore di un contratto a premio é dato dalla somma del valore intrinsico e del valore tempo. 

Timing 
E’ il momento propizio in cui si decide di operare una azione di compravendita sul mercato 

Titoli Callable 
I titoli callable sono obbligazioni in relazione alle quali l’emittente si riserva il diritto di procedere in futuro al rimborso anticipato a condizioni predefinite. In questo senso i callable non costituiscono una vera e propria categoria di obbligazioni a sé stante. Infatti molte emissioni obbligazionarie prevedono questa clausola (emissioni a tasso variabile, emissioni equity linked…). 

Titoli di stato 
Titoli obbligazionari emessi dallo stato mediante pubblica sottoscrizione per far fronte al debito nazionale 

Titoli sottili 
Titolo che, a causa del ridotto numero di scambi, viene negoziato solo tra le ore 12.00 e le ore 15.30 

Titolo A Reddito Predeterminato 
Titoli le cui modalità di remunerazione sono fissate in sede di emissione e non variano nel corso della durata del titolo. Sono titoli a reddito predeterminato le obbligazioni,i BOT, i BTP, i CCT, i CTO. 

Titolo Al Portatore 
Titolo privo di intestazione. Il semplice possesso ne da la proprietà. Sono titoli al portatore le azioni di risparmio e i Titoli di Stato. 

Titolo Sintetico 
Attività finanziarie ottenute dalla combinazione delle caratteristiche di due diversi strumenti finanziari, uno dei quali è, in genere, costituito da un derivato. Sono suddivisi in tre distinte categorie, a seconda della combinazione tra un’attività finanziaria e un’operazione di copertura (hedging) dai rischi di cambio e/o dai rischi di tasso di interesse. 
I titoli sintetici valutari nascono dall’unione tra un’attività denominata in una certa valuta e un currency swap. 
I titoli sintetici a tasso variabile sono ottenuti modificando il tasso di interesse di un’obbligazione da fisso a variabile, attraverso un interest rate swap. 
I titoli sintetici valutari a tasso variabile nascono dalla combinazione delle caratteristiche delle due categorie precedenti. 
Un titolo sintetico diffuso sul mercato italiano è costituito dalla combinazione di uno swap e di un BTP (Buono poliennale del tesoro): tale titolo offre una protezione dal rialzo dei tassi. 

Titolo Sottile 
Titoli quotati caratterizzati da bassi volumi di scambio e da basso flottante 

TLC 
il settore di telecomunicazioni/telefonia 

TMT 
telecomunicazioni, multimedia, telematica: il settore High-Tech nel suo insieme 

Top rate 
Tasso di interesse massimo praticato dalle banche ai clienti 

Toro 
Termine che segnala una fase di rialzo in borsa , corrisponde al termine inglese “bull” 

Trader 
Operatore che effettua investimenti per conto proprio o come intermediario con un alto movimento di portafoglio 

Trading on line 
Sistema di compravendita di attività finanziarie in borsa, attuato in via telematica 

Trading Range 
Fase di mercato caratterizzata da un movimento laterale (assenza di tendenza) 

Trading System 
complesso di regole prefissate che genera segnali operativi 

Trailing 
Livello operativo che si adattare all’evolversi del mercato. Il livello di stop profit viene mano a mano innalzato all’aumentare dei prezzi, durante una fase di rialzo grafico successiva all’apertura di una posizione lunga. Invece durante una fase di ribasso grafico successiva all’apertura di una posizione corta, è il livello di stop profit che viene mano a mano abbassato al diminuire dei prezzi 

Trappola del toro 
Segnale che indica un’inversione di tendenza del mercato da orso a toro, ma che si rivela poi errata 

Trappola dell’orso 
Segnale che indica un’inversione di tendenza del mercato da toro a orso, ma che si manifesta poi inesatta 

Treasury Bill 
Titolo di Stato americano con scadenze a tre, sei e dodici mesi 

Treasury Bond 
Titolo di Stato a lungo termine, a tasso fisso e con cedola semestrale, emesso negli Stati Uniti, garantite dallo Stato e con scadenze comprese tra i dieci e i trent’anni. 

Trend 
Indica la tendenza di fondo di un fenomeno 

Trend channel 
Canale di tendenza:Coppia di trendline parallele. Nei canali al rialzo la trendline principale è quella inferiore, l’altra è detta return line; in quelli al ribasso la principale è la superiore, l’altra è la return line 

Trendline 
Linea retta che unisce massimi o minimi relativi, secondo l’orientamento del mercato rialzista o ribassista 

Triplo massimo 
Figura tecnica di inversione caratterizzata dalla presenza, sul grafico, di tre massimi all’incirca sullo stesso livello. Può rappresentare la fine di una fase di tendenza rialzista, se confermata dalla rottura della neckline 

Triplo minimo 
Figura tecnica di inversione caratterizzata dalla presenza, sul grafico, di tre minimi all’incirca sullo stesso livello. Può rappresentare la fine di una fase di tendenza ribassista, se confermata dalla rottura della neckline 

Trust 
Intesa fra aziende per tenere sotto controllo il mercato e bloccare la concorrenza reciproca 

Ts 
Vedi Trading System 

Tus 
Tasso ufficiale di sconto è il tasso di riferimento stabilito dalla Banca d’Italia relativamente all’andamento economico e alle condizioni di mercato. E’ il tasso ufficiale al quale la Banca d’Italia finanzia le altre banche 

A cura di Finanzaonline.it

Sottocategoria: -T-