L’Autovelox è uno strumento di rilevamento della velocità dei veicoli, progettato appositamente per il controllo della velocità dei veicoli, da parte delle forze di Polizia

L’era moderna infatti impone l’utilizzo di mezzi tecnologicamente avanzati, tali da garantire una soluzione ottimale ai sempre più complessi problemi del traffico veicolare. 

Per contrastare gli illeciti in materia, e le innumerevoli perdite di vite umane che ne conseguono, le Forze dell’ordine utilizzano da molti anni i sistemi Autovelox. 

L’articolo 345 del Regolamento del Codice della Strada (Titolo V – Norme di comportamento) garantisce, in sede di approvazione da parte del Ministero dei Lavori Pubblici, l’applicazione di "una percentuale di tolleranza pari al 5% e comunque non inferiore a 5 km/h fino a 100 Km/h."

Come funziona

Due fasci laser attraversano la strada perpendicolarmente alla direzione del traffico, cosicché il veicolo in transito interrompe un fascio dopo l’altro. La lettura della velocità è data dal rapporto spazio-tempo (lo spazio tra i raggi e l’intervallo di tempo che intercorre tra le interruzioni dei due fasci laser). La lettura è confrontata immediatamente col limite di velocità imposto su quel tratto di strada per quella categoria di veicoli, e, se la velocità eccede il limite, viene scattata la foto della parte posteriore del veicolo stesso

Oggi, l’Autovelox 104/C-2 rappresenta la migliore risposta a queste necessità. E’ un sistema ad alta tecnologia basato su una coppia di raggi laser – invisibili ed assolutamente innocui – che attraversano la strada perpendicolarmente. I dispositivi interni di auto-diagnosi, l’assoluta precisione e la multi-lettura della velocita’ contribuiscono a fornire una prova incontestabile dell’infrazione.

Identificazione del conducente

È possibile dotare l’Autovelox di una seconda fotocamera che sfrutta un sistema di comunicazione a raggi infrarossi (non intercettabile) , installato sul tripode (sotto il rilevatore di velocità) che consente lo scatto di fotogrammi della parte anteriore del veicolo e quindi, la conseguente identificazione del conducente. Il sistema di comunicazione trasmette il dato relativo alla velocità alla fotocamera frontale, unitamente ad un numero di codice che permette di abbinare con certezza le due foto.

Fonte: Sodi Scientifica S.p.A.

Sottocategoria Autovelox-