1. Introduzione: Fiscalità e Commercio Elettronico (Dossier suddiviso in sette parti)


1. introduzione: Fiscalità e Commercio Elettronico
2. la crisi dei principi generali nel diritto fiscale internazionale
3. tassazione del reddito trasnazionale e le operazioni di commercio elettronico
4. le proposte delle organizzazioni internazionali
5. l’ amministrazione finanziaria: problemi e opportunità derivanti dalle nuove tecnologie
6. reati telematici e fiscalità
7. cenni alla problematica giurisdizionale

1. Introduzione: Fiscalità e Commercio Elettronico

La tecnologia Internet ha trovato una delle sue massime espressioni nelle attività imprenditoriali, la Rete va configurando nuovi canali e nuove strutture per l’acquisto di beni e servizi a livello personale e aziendale: il fenomeno viene meglio definito con il termine di commercio elettronico. In questa sede interessa tracciare una panoramica su un’area precisa che insiste nell’ambito del commercio elettronico: la materia tributaria.

Infatti, se da una parte l’uso generalizzato di internet nelle relazioni commerciali sta incidendo profondamente sulla struttura globale dei mercati dei servizi e dei prodotti, dall’altra, il mondo della fiscalità non può e non deve restare ai margini di questo fenomeno, in quanto tale fenomeno coinvolge direttamente le sue strutture e i suoi principi. Ripercorreremo in questo elaborato i cardini del sistema impositivo e analizzeremo come definizioni ed elementi costitutivi tradizionali siano messi in crisi dall’economia telematica.

Vedremo che in certi casi la natura specifica di un mercato interamente elettronico (digitale) e senza confini (quale è internet) esige un adeguamento dei principi della materia fiscale al fine di garantire l’effettiva applicazione della legge. In altri casi le caratteristiche specifiche dei prodotti e dei servizi oggetto di transazioni on line impediscono l’applicazione della tradizionale normativa fiscale, rendendo necessarie nuove definizioni.

L’ analisi qui presentata non si ferma ad evidenziare problemi legati alla struttura e ai principi del regime impositivo, ma si rivolge necessariamente a considerare le Amministrazioni tributarie. Anche queste strutture devono fare i conti con il nuovo contesto tecnologico: da un lato i tradizionali compiti delle amministrazioni finanziarie risulteranno piu’ difficili, dall’altra esse stesse potranno usufruire nello svolgimento delle loro attività dei vantaggi che le nuove tecnologie offrono nel migliorare metodi e strumenti.

Infine, un rapido cenno alle nuove forme di reati fiscali che si sviluppano in tale contesto tecnologico e sociale.

Scritto dalla Dott.ssa Waifra Maccario

sottocategoria: Leggi-e-normative- Acquisti-e-vendite- Aspetti-Fiscali-  Ecommerce-